Home News Matteo Renzi e Carlo Calenda: botta e risposta sul prestito chiesto da...

Matteo Renzi e Carlo Calenda: botta e risposta sul prestito chiesto da FCA

- Pubblicità -

Matteo Renzi (Italia Viva): “Se Fiat Chrysler chiede un prestito alle banche da 6.3 miliardi per investire in Italia e tenere aperte le fabbriche questa è una buona notizia. Evocare i “poteri forti” e gli “interessi dei padroni” è ridicolo. FCA chiede un prestito, alle banche, per investire, in Italia: che male c’è? Mi sarei preoccupato se non lo avesse fatto.”

Carlo Calenda (Azione.it): “Te lo spiego in parole semplici: 1) FCA non ha mai rispettato il piano degli investimenti previsto per l’Italia; 2) avrebbe la liquidità per sostenere il gruppo ma la tiene nella capogruppo per distribuire un maxi dividendo pre fusione PSA; 3) quel maxi dividendo non verrà tassato; 4) nessuna casa automobilistica UE tranne Nissan/Renault ha sede fuori dal proprio paese; 5) il programma Sace ha rilasciato 6 garanzie per 40 milioni. Ci sono migliaia di imprese con sede in Italia che aspettano; 6) non serve a finanziare i fornitori ma a pagargli il dovuto;7) siete talmente appecoronati ai grandi gruppi che non riuscite neanche a fare un negoziato come Dio comanda; 8) Repubblica che fino a ieri sosteneva la linea Landini vs Fiat (sbagliata) da quando è stata comprata da Elkann dipinge FCA come una onlus.”

Matteo Renzi (Italia Viva): “Capisco che difendere la Fiat non sia molto popolare e il trasferimento della sede in Olanda non piaccia ai più, ma in questa storia il nostro compito è difendere i posti di lavoro. E lo faccio volentieri, sia per la Fiat che per le altre aziende.”

- Pubblicità -

TOP

Attilio Fontana: “La democrazia è innanzitutto: dialogo, lealtà istituzionale, trasparenza”

Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia: "La democrazia è innanzitutto: dialogo, lealtà istituzionale, trasparenza. Ci siamo sentiti costretti a scrivere al Capo dello...

Toninelli: “Dopo il taglio delle poltrone, lotteremo per avere eletti scelti dal popolo”

Danilo Toninelli: "Dopo il giusto taglio delle poltrone il Movimento 5 Stelle lotterà per l’introduzione delle preferenze nella legge elettorale. E’ un...

Giustizia | Morrone (Lega): “Da Bonafede silenzio assordante su temi urgenti e inderogabili”

Jacopo Morrone (parlamentare Lega): “I temi della giustizia sembrano scomparsi dai radar della maggioranza giallorossa. Il ministro Alfonso Bonafede è praticamente un...

Berlusconi: “Il Governo dovrebbe andarsene indipendentemente dal risultato delle Regionali”

Silvio Berlusconi: "Il taglio dei parlamentari era una scelta già adottata nel 2005 con la nostra riforma che poi è stata cancellata...

Guarda anche

Attilio Fontana: “La democrazia è innanzitutto: dialogo, lealtà istituzionale, trasparenza”

Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia: "La democrazia è innanzitutto: dialogo, lealtà istituzionale, trasparenza. Ci siamo sentiti costretti a scrivere al Capo dello...

Matteo Salvini: “A Palazzo Chigi avevano elementi allarmanti sul virus, ma non li condivisero. Ora il governo chiarisca”

Lettera di Matteo Salvini al Corriere della Sera - 6 settembre 2020 "Caro direttore, le scrivo dopo aver atteso...

Toninelli: “Dopo il taglio delle poltrone, lotteremo per avere eletti scelti dal popolo”

Danilo Toninelli: "Dopo il giusto taglio delle poltrone il Movimento 5 Stelle lotterà per l’introduzione delle preferenze nella legge elettorale. E’ un...

Toscana | Susanna Ceccardi: “Fare squadra tra imprese e lavoratori”

Susanna Ceccardi: "Serve un grande patto tra mondo del lavoro e mondo datoriale per il bene della Toscana. Dobbiamo superare le conflittualità...

Giustizia | Morrone (Lega): “Da Bonafede silenzio assordante su temi urgenti e inderogabili”

Jacopo Morrone (parlamentare Lega): “I temi della giustizia sembrano scomparsi dai radar della maggioranza giallorossa. Il ministro Alfonso Bonafede è praticamente un...
- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui