Home Partiti e Liste Lega - Salvini Premier Massimo Garavaglia (Lega): "Le risposte del Governo sono state tardive, confuse e...

Massimo Garavaglia (Lega): “Le risposte del Governo sono state tardive, confuse e poco efficaci. Servono regole chiare”

- Pubblicità -

Massimo Garavaglia: L’ Italia avrà un calo del PIL superiore al 10%, molto di più di tanti paesi europei e non solo nostri concorrenti come non mai. Di sicuro le risposte del governo sono state confuse, tardive e poco efficaci e poi noi abbiamo una peculiarità, abbiamo un sistema composto da tantissime piccole e medie imprese e da tantissime piccolissime aziende, micro aziende e professionisti singoli. 

Un dato: i consumi elettrici in Italia sono calati del 27%, in Spagna del 10%, in Germania appena del 4%. Ciò significa che la Germania sostanzialmente non si è mai fermata, noi ci siamo completamente bloccati. Un esempio, una circolare del 24 aprile, pochi giorni fa, di tre Ministri Salute, Infrastrutture e Sviluppo Economico, ha chiarito questa cosa: che le aziende strategiche quelle che possono rimanere aperte sono anche quelle che rischiano di perdere quote di mercato rispetto a concorrenti esteri, a concorrenti stranieri. 

Peccato che è arrivata l’altro ieri, quindi per due mesi centinaia e centinaia di aziende sono state inutilmente chiuse e abbiamo perso quote di mercato, clienti, e un sacco di PIL. 

Dunque che fare. Tre cose, innanzitutto, prendere atto che abbiamo un sistema fatto da una marea di piccole aziende e quindi servono per ripartire nella fase 2 i dispositivi di protezione, servono per tutti non solo mascherine, anche termo scanner, siamo sicuri che la protezione civile ha nei magazzini, oggi, visto che tra poco si riparte, merci a sufficienza per tutti e per tutti gli operai, per tutti gli impiegati? Non vorremmo che questo sia uno dei motivi per cui si ritarda la fase 2. 

Secondo, servono soldi veri, la Gran Bretagna ha deciso di non far pagare l’IVA alle aziende nel 2020. E quindi una enorme detassazione. Da noi a fatica si sta cercando di prestare soldi alle aziende che ancora non arrivano, per pagare le tasse, perché le tasse sono solo state spostate di qualche giorno di qualche settimana. 

Terzo, servono regole chiare. Noi abbiamo proposto per esempio per quanto riguarda la parte fiscale, l’anno bianco fiscale, di non far pagare gli acconti, tanto quest’anno ci sarà ben poco da pagare di tasse e quindi è inutile che si paghino acconti su un fatturato che non ci sarà. Noi abbiamo anche questa fortuna, le aziende, le imprese le hanno già pagate l’anno scorso le tasse del 2020. Quindi che senso ha anticipare le tasse che non ci saranno da versare. 

Ecco questa cosa darebbe un sacco di fiato alle aziende, per esempio. Un altro esempio ancora, molto concreto, si potrebbe fare anche un anno senza ammortamento, cioè le aziende che vogliono non fanno gli ammortamenti, questo migliorerebbe molto il bilancio civilistico e manterrebbe il valore dell’attivo in un anno particolarmente difficile. Questo consentirebbe poi di riprendere l’accesso al credito con più serenità. 

Esempi concreti quindi, ma servono regole chiare. 

Oggi abbiamo bisogno tutti di organizzarci per la fase 2 ma ancora non si capisce come sarà. Peccato che artigiani e commercianti se non ripartono subito chiudono e chiudono per sempre. Insomma servirebbe un governo.

- Pubblicità -

TOP

Attilio Fontana: “La democrazia è innanzitutto: dialogo, lealtà istituzionale, trasparenza”

Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia: "La democrazia è innanzitutto: dialogo, lealtà istituzionale, trasparenza. Ci siamo sentiti costretti a scrivere al Capo dello...

Toninelli: “Dopo il taglio delle poltrone, lotteremo per avere eletti scelti dal popolo”

Danilo Toninelli: "Dopo il giusto taglio delle poltrone il Movimento 5 Stelle lotterà per l’introduzione delle preferenze nella legge elettorale. E’ un...

Giustizia | Morrone (Lega): “Da Bonafede silenzio assordante su temi urgenti e inderogabili”

Jacopo Morrone (parlamentare Lega): “I temi della giustizia sembrano scomparsi dai radar della maggioranza giallorossa. Il ministro Alfonso Bonafede è praticamente un...

Berlusconi: “Il Governo dovrebbe andarsene indipendentemente dal risultato delle Regionali”

Silvio Berlusconi: "Il taglio dei parlamentari era una scelta già adottata nel 2005 con la nostra riforma che poi è stata cancellata...

Guarda anche

Attilio Fontana: “La democrazia è innanzitutto: dialogo, lealtà istituzionale, trasparenza”

Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia: "La democrazia è innanzitutto: dialogo, lealtà istituzionale, trasparenza. Ci siamo sentiti costretti a scrivere al Capo dello...

Matteo Salvini: “A Palazzo Chigi avevano elementi allarmanti sul virus, ma non li condivisero. Ora il governo chiarisca”

Lettera di Matteo Salvini al Corriere della Sera - 6 settembre 2020 "Caro direttore, le scrivo dopo aver atteso...

Toninelli: “Dopo il taglio delle poltrone, lotteremo per avere eletti scelti dal popolo”

Danilo Toninelli: "Dopo il giusto taglio delle poltrone il Movimento 5 Stelle lotterà per l’introduzione delle preferenze nella legge elettorale. E’ un...

Toscana | Susanna Ceccardi: “Fare squadra tra imprese e lavoratori”

Susanna Ceccardi: "Serve un grande patto tra mondo del lavoro e mondo datoriale per il bene della Toscana. Dobbiamo superare le conflittualità...

Giustizia | Morrone (Lega): “Da Bonafede silenzio assordante su temi urgenti e inderogabili”

Jacopo Morrone (parlamentare Lega): “I temi della giustizia sembrano scomparsi dai radar della maggioranza giallorossa. Il ministro Alfonso Bonafede è praticamente un...
- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui