Home Regioni Emilia Romagna Emilia Romagna, Bonaccini: "E' l'ora della responsabilità"

Emilia Romagna, Bonaccini: “E’ l’ora della responsabilità”

- Pubblicità -

Stefano Bonaccini, Presidente Regione Emilia Romagna: “Chi si trova a guidare pro-tempore una istituzione dovrebbe sempre ricordarsi che la guida non solo a nome di una parte, ma anche di coloro che non ti voteranno mai. In questi anni così ho sempre interpretato il ruolo e così farò per i prossimi cinque anni. Chi è in campagna elettorale permanente se ne faccia una ragione. Fin che avrò l’onore di servire questa bellissima regione funzionerà così.”

“Tornano finalmente al lavoro altre cinquecentomila persone, e se continueremo a rispettare protocolli e restrizioni ancora necessarie non rimbalzerà la curva epidemiologica, dunque potremmo riaprire prima del previsto le attività oggi ancora chiuse.”

“Stiamo uniti e diamoci una mano, per rispetto di chi negli ospedali rischia la propria vita per tutelare la nostra e per non vanificare gli sforzi e i sacrifici imposti in questi mesi.”

“Forza Emilia-Romagna, ci rialzeremo come sempre. Insieme.”

Con la nuova ordinanza adottata dalla Regione #EmiliaRomagna, da lunedì si aggiungono alcune novità importanti, pur nei limiti di legge fissati dal dpcm del Governo (a cui le Regioni debbono attenersi).

Provo a elencarle in pillole, ricordando a tutti che non siamo ancora fuori dai rischi di nuovi contagi e che tocca ad ognuno di noi attenersi alle regole per permetterci, progressivamente, di togliere restrizioni e impedimenti. A partire dalla riapertura delle attività economiche e del ritorno al lavoro.
Guai se la curva epidemiologica tornasse a salire nelle prossime settimane, perché vanificheremmo tutti gli sforzi e i sacrifici chiesti alle nostre comunità in questi mesi. Diamoci tutti una mano per arginare e contrastare, ora, questo virus bestiale e per sconfiggerlo al più presto ⤵️

  • Diventa OBBLIGATORIO l’uso delle mascherine: nei locali aperti al pubblico, ma anche nei luoghi all’aperto quando non sia possibile mantenere il distanziamento di un metro.
  •  Anche le attività economiche ancora sospese, di qualsiasi tipo, possono prepararsi alla ripartenza: per questo è sempre consentito l’accesso ai locali per lo svolgimento di lavori di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione, nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture. Intanto in sede locale si vanno perfezionando protocolli e accordi per essere pronti quando sarà autorizzata la riapertura.
  • Anche le seconde case, i camper o le roulotte, che non sono ancora utilizzabili, possono però essere sistemati e preparati: per questo è possibile recarvisi nell’ambito della propria provincia, da soli e in giornata, per lo svolgimento delle attività di manutenzione e per riparazioni e sistemazioni.
  •  Si potrà fare la spesa anche fuori dal proprio comune, ma sempre individualmente e comunque nell’ambito del proprio territorio provinciale.
  •  Gli spostamenti per incontrare i “congiunti” sono invece possibili in ambito regionale.
  •  Riparte l’attività motoria e sportiva individuale all’aperto nell’ambito del proprio territorio provinciale.
  • È consentita non solo l’attività di allevamento, ma anche quella di addestramento degli animali.
  •  Insieme ai funerali riaprono i cimiteri. Gli orari e le modalità di accesso saranno disciplinati dai comuni.
  •  Riaprono parchi e giardini, con regole e modalità fissate dai comuni.
  •  Riparte il prestito dei libri nelle biblioteche, con regole e modalità fissate dai comuni.
  •  I servizi di trasporto pubblico sono rimodulati e vengono potenziate le corse per adeguarsi alla riapertura delle attività produttive. Sono adottati i protocolli di sicurezza per utenti e lavoratori.
  •  Restano sospese le visite agli ospiti delle strutture socio-sanitarie residenziali per persone non autosufficienti.
  •  Non si può ancora andare in spiaggia, dove saranno invece realizzati tutti i lavori di manutenzione dei bagni, degli stabilimenti e del litorale per preparare la ripartenza.
  • Piacenza non è più “zona arancione”: dopo due mesi e mezzo cessano le limitazioni aggiuntive che aveva rispetto al resto del territorio regionale.
- Pubblicità -

TOP

Matteo Salvini: “Siamo su Scherzi a parte? Conte preannuncia un’altra task force”

Matteo Salvini: "Siamo su Scherzi a parte? Conte preannuncia un’altra "task force", stavolta con 300 persone, per gestire soldi e progetti del...

Giorgia Meloni: “Continueremo a batterci per mandare a casa questo governo di anti-italiani”

Giorgia Meloni: "Il Governo più a sinistra della storia repubblicana se ne frega dei problemi concreti di famiglie e imprese e ha...

Berlusconi: “No a maggioranze con forze politiche incompatibili”

Silvio Berlusconi: "Forza Italia non è soltanto parte integrante del centro-destra: è il soggetto fondante del centro-destra, che esiste in Italia come...

Giorgia Meloni: “Bersani vuole una patrimoniale? Non lo permetteremo”

Giorgia Meloni: "Bersani afferma che in Italia servirebbe un “meccanismo di solidarietà”: una delle tante definizioni con cui vorrebbero mascherare una patrimoniale....

Guarda anche

Matteo Salvini: “Siamo su Scherzi a parte? Conte preannuncia un’altra task force”

Matteo Salvini: "Siamo su Scherzi a parte? Conte preannuncia un’altra "task force", stavolta con 300 persone, per gestire soldi e progetti del...

Giorgia Meloni: “Continueremo a batterci per mandare a casa questo governo di anti-italiani”

Giorgia Meloni: "Il Governo più a sinistra della storia repubblicana se ne frega dei problemi concreti di famiglie e imprese e ha...

Berlusconi: “No a maggioranze con forze politiche incompatibili”

Silvio Berlusconi: "Forza Italia non è soltanto parte integrante del centro-destra: è il soggetto fondante del centro-destra, che esiste in Italia come...

Giorgia Meloni: “Bersani vuole una patrimoniale? Non lo permetteremo”

Giorgia Meloni: "Bersani afferma che in Italia servirebbe un “meccanismo di solidarietà”: una delle tante definizioni con cui vorrebbero mascherare una patrimoniale....

Salvini: “In tribunale a testa alta”

Matteo Salvini: "L'1, il 4 e il 12 dicembre sarò in Tribunale per aver difeso i confini, la sicurezza e l'onore del...
- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui